La scienza conferma: aiutare il prossimo fa bene alla salute

Lo sapevate che aiutare gli altri fa bene alla nostra salute?  Infatti,  se si tiene un comportamento di accudimento nei confronti degli altri,  che si tratti di amici,  familiari o sconosciuti,  che hanno bisogno di aiuto, l’area ventrale del nucleo striato e del setto si accendono,  e di conseguenza è stato scoperto che automaticamente si disattiva il sistema amigdala-stress! Dunque, se volete stressarvi di meno, aiutate gli altri quando possibile! In California è stato fatto un esperimento: sono state prese delle donne e sono state sottoposte ad una prova,  in cui erano proprio loro le fautrici dell’interruzione di uno stimolo fastidioso dei loro cari:  in quel preciso momento,  si attivavano le aree ventrale striatale e settale e contemporaneamente si disattivava l’attività dell’amigdala,  responsabile dello stress! Cosa ci costa,  dunque,  aiutare il prossimo?  Assolutamente nulla,  è solo benefico per noi! Fare del bene per ricevere del bene,  non c’è cosa più bella!

Riflessione di Cristina dopo l’esperienza avuta con l’unità mobile

Stasera ho conosciuto delle persone speciali:

  • Alcuni di loro dedicano parte della loro vita a chi è meno fortunato e vive per strada e, con un sorriso più che col cibo, sono capaci di scaldare i cuori.
  • Una famiglia di quattro persone, non parenti tra loro ma proprio una famiglia! Lei mette a posto al mattino e rimprovera il povero Natale… È troppo disordinato! Ma lui sorride sempre. Rocco, il marpione che compie 50 anni il 23 marzo e Maurizio che poco più in la tiene un bastone tra le mani perché nella notte fredda succedono brutte cose…
  • Da loro ho preso la consapevolezza che non importa se vivi in un castello o per strada, famiglia è uno per tutti e tutti per uno.
  • Porto con me lo sguardo di Gabriel, lo stuccatore di 34 anni (ma dice che farebbe qualsiasi cosa e può imparare tutto) che non si è rassegnato, ha un curriculum con se ma nessuno lo prende perché non è presentabile.  Mi aiutate a trovargli un lavoro?  Contattatemi in privato se avete un’idea.
  • Il lituano a cui, arrivato in Italia, dopo aver lavorato 4 mesi, hanno rubato i documenti e non ha più le carte in regola.  Da lui, la consapevolezza che la vita è imprevedibile.
  • lo juventino sfegatato che sta benissimo perché finalmente cammina senza stampelle dopo l’incidente. Da lui la conferma che tutte le risorse sono già dentro di te…

E poi torno a casa con me, con il cuore colmo di gratitudine per il mio piumone, per la mia famiglia, per il frigo pieno anche quando penso che sia vuoto, perché domani mi sveglio alle sei, perché sono circondata da persone meravigliose e stasera ne ho conosciute di nuove, perché Natale ride e lo juventino è felice, Gabriel si batte per la sua dignità, io li ringrazio di aver dedicato una parte del loro tempo ad avermi retto uno specchio… #heal#the#world